CHIMICA, MATERIALI E BIOTECNOLOGIE

ITT Alessandrini Teramo


CHIMICA, MATERIALI E BIOTECNOLOGIE è un indirizzo molto ampio e articolato che va dalla produzione di diversi tipi di materiali per le tecnologie e i servizi, alla tutela della sicurezza delle persone e dell'ambiente, fino alle applicazioni sanitarie. Per affrontare questo percorso è necessario possedere interesse per le materie scientifiche, è opportuno avere un buon senso di osservazione, precisione, spirito pratico e abilità manuale, attitudine al lavoro di equipe e all’utilizzo delle nuove tecnologie.

Cosa si impara: al termine del percorso il diplomato in Chimica, materiali e biotecnologie acquisisce competenze specifiche:

nel campo dei materiali, delle analisi strumentali chimico-biologiche, nei processi di produzione, in relazione alle esigenze delle realtà territoriali, negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico, tintorio, conciario, cartario, materie plastiche, ambientale;

in materia ambientale, nel settore della prevenzione e della gestione delle situazioni a rischio ambientale e sanitario;

nella gestione e manutenzione degli impianti chimici, tecnologici e biotecnologici.

Cosa si può fare dopo il diploma: per l'ampia preparazione di base che possiede, il diplomato in “Chimica materiali e biotecnologie” ha accesso:

ad aziende, imprese, laboratori di analisi, enti di ricerca, agenzie per la sicurezza, ARPA e ASL;

ai corsi post-diploma ad indirizzo specifico in cui potranno essere completati gli aspetti più professionalizzanti (Corsi IFTS, ITS) e ai corsi di formazione professionale.

a tutte le facoltà universitarie, ed in particolare Medicina, Farmacia, Biotecnologie, Scienze dei Materiali, Scienze e tecnologie farmaceutiche, Scienze Ambientali, Ingegneria Ambientale, Biotecnologie, Scienze infermieristiche, ingegneria chimica;

direttamente nel mondo del lavoro previa iscrizione agli albi delle professioni tecniche secondo le norme vigenti in materia


La classe IVA 2015-2016 in visita guidata presso il laboratorio Astra di Teramo - Reparto microbiologia degli alimenti

Premiazione Giochi regionali della Chimica 2016 che ogni anno si svolgono nel nostro Istituto. Referente regionale Prof. Paolo De Berardis ITT "Alessadrini" Teramo



Settori di occupazione:

settore ambientale: controllo di acqua, aria, suolo, rifiuti, depurazione delle acque civili e industriali, gestione dei processi biotecnologici o settore farmaceutico e cosmetico: produzione e controllo di qualità di medicinali, cosmetici, detergenti, marketing di prodotti e attrezzature chimiche per laboratori e di dispositivi per la sicurezza;

studi di settore per lo sviluppo sostenibile: tutela della sicurezza, della salute e dell’ambiente settore alimentare: controllo qualità degli alimenti e dei sistemi di conservazione;

settore farmaceutico e cosmetico: produzione e controllo di qualità di medicinali, cosmetici, detergenti;

marketing di prodotti e attrezzature chimiche per laboratori e di dispositivi per la sicurezza

settore analitico: analisi chimico-fisiche e chimico-cliniche, caratterizzazione di materiali anche archeologici, analisi legali (conformità a limiti legali, contestazioni)

Quadro orario


Tipo di prove: O = orale; S =scritto; P = pratico; G = grafico - Tra parentesi sono indicate le ore di laboratorio

Nell’articolazione Chimica e materiali il diplomato acquisirà maggiori competenze nelle attività di laboratorio, sulle metodiche per la preparazione e caratterizzazione dei sistemi chimici, nell’elaborazione e realizzazione di progetti chimici e biotecnologici e sulla progettazione, gestione e controllo di impianti chimici.

Nell’articolazione Biotecnologie ambientali il diplomato acquisirà maggiori competenze nel controllo di progetti, processi e attività nel rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro e nello studio delle interazioni fra sistemi energetici e ambiente, specialmente quelle riferite all’impatto ambientale degli impianti e alle relative emissioni inquinanti.

Nell’articolazione Biotecnologie ambientali il diplomato avrà maggiori competenze nel controllo di progetti, processi e attività nel rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro, nello studio delle interazioni fra sistemi energetici e ambiente, specialmente riferite all’impatto ambientale degli impianti e alle relative emissioni inquinanti

 

Competenze


Collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, nella gestione e nel controllo dei processi, nella gestione e manutenzione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici, partecipando alla risoluzione delle problematiche relative agli stessi; ha competenze per l’analisi e il controllo dei reflui, nel rispetto delle normative per la tutela ambientale;

Integrare competenze di chimica, di biologia e microbiologia, di impianti e di processi chimici e biotecnologici, di organizzazione e automazione industriale, per contribuire all’innovazione dei processi e delle relative procedure di gestione e di controllo, per il sistematico adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese;

Applicare i principi e gli strumenti in merito alla gestione della sicurezza degli ambienti di lavoro, del miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;

Collaborare nella pianificazione, gestione e controllo delle strumentazioni di laboratorio di analisi e nello sviluppo del processo e del prodotto;

Verificare la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate, applicando le procedure e i protocolli dell’area di competenza; controllarne il ciclo di produzione utilizzando software dedicati, sia alle tecniche di analisi di laboratorio sia al controllo e gestione degli impianti;

Scarica le linee guida

  • IIS Alessandrini-Marino   © 2017    Via S.Marino,12   64100 Teramo   DS Stefania Nardini
  • Telefono: 0861/411762    Emal: teis00900d@istruzione.it    Pec: teis00900d@pec.istruzione.it    CM TEIS00900D